di Renzo Samaritani (Ramananda Das)

Se dovessi tornare a vivere pienamente la (e nella) Coscienza di Krishna
continuo a pensare che sarei aderirei a Bhakti Marga, ma un personaggio fuori
dall’ISKCON ha sempre catturato la mia attenzione e lo inseguo da anni:
Srila B. A. Paramadvaiti Maharaja. Ieri sera (29 aprile 2015) mi ero
addormentato sopra a un buon libro in attesa della mezzanotte (quando diamo
la pappa alla nostra Bimba Kitty e poi a andiamo a dormire), a un certo
punto qualcosa (qualcuno?) mi ha letteralmente tirato fuori dal letto…

forse Kitty come a volte fa è saltata sopra di me nel
tentativo di svegliarmi per avere pappa anticipata? Mi guardo intorno ma
non c’è… sento fuori dalla finestra un suono familiare e l’inconscio mi
spinge verso la zona giorno, lui (l’inconscio) aveva già capito: spalanco
la finestra che, purtroppo, è parzialmente oscurata da persiane di legno
non facilmente rimovibili… ma dalle fessure vedo perfettamente quello che
sta accadendo, anche il suono non più attutito dai doppi vetri della
finestra…è ben udibile…. un spiritualmente affascinante omaccione è quasi
fermo sotto alle mie finestre, che guarda insistentemente mentre canta lodi
a Radha e Krishna sorridendomi, il mio cuore batte all’impazzata e guardo
il mio compagno…anche lui è addormentato, sul divano con Kitty….dorme
anche lei…. lì vicino c’è un Tempio e immagino lo Swami stia andando là
per dormire, il mio compagno dorme e non voglio disturbare lui né lo Swami
(so che il giorno dopo, lo Swami, deve ripartire di buon mattino per
un’altra città…mi viene in mente una locandina su Facebook di molti
giorni prima)… la tentazione di vestirmi e correre giù a portare i miei
omaggi allo Swami rimane forte e per un attimo mi tremano le gambe, poi
attraverso le persiane lo Swami sembra guardarmi più intensamente e
trasmettere nel mio cervello frasi tranquillizzanti (“ora il contatto è
attivato… ci siamo visti, ci siamo capiti, rimarremo in contatto, stai
tranquillo”)… provo a svegliare il mio compagno e in parte ci riesco, ma
è molto stanco e non capisce bene cosa voglio fare, cos’è successo…. nel
frattempo…lo Swami è andato via! Ecco, allora torno a letto, dopo un po’
arriva il mio compagno, Kitty ha mangiato e possiamo tutti dormire… ma
non riesco a prendere sonno…

Ho pensato tutta notte a lui, a Srila B. A. Paramadvaiti Maharaja.

Al mattino mando un sms alla persona che gestisce il Tempio, mi conferma
che lo Swami è partito alle 8 per Terni.

Ma quest’incontro rimarrà per sempre dentro di me.

Renzo Samaritani (Ramananda Das

Rispondi