Un pensiero

« Perché gli artisti contemporanei si sono fermati a concetti dell’arte di cui la maggior parte delle persone non comprende nulla? Se gli artisti tengono solo per sé il senso delle proprie opere – e non è nemmeno certo che lo conoscano! – le persone non potranno mai utilizzarle per affinare la propria sensibilità e la propria comprensione.
Se qualcuno vi parla con un linguaggio incomprensibile, in che cosa ciò potrà esservi utile? Esistono gruppi spirituali dove alcuni sostengono di parlare “lingue sconosciute” sotto l’influsso dello Spirito Santo. Ma se nessuno ci capisce niente, chi potrà beneficiarne? Nemmeno loro stessi? Dunque non ha senso. È necessario parlare un linguaggio chiaro per tutti. Se siete un artista ed esponete un’opera, un dipinto, una scultura, tutti devono poterne cogliere il senso ed esserne illuminati. Se realizzate un’opera unicamente per voi stessi, allora non esponetela; se scrivete un libro unicamente per voi stessi, non pubblicatelo; perché non serve a niente rivolgersi al pubblico in un linguaggio che esso non comprenderà. »

Omraam Mikhaël Aïvanhov

Print Friendly, PDF & Email

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: